In questo articolo andremo a vedere qual è la principale caratteristica, che contraddistingue i campioni dai quasi campioni.
Quindi mettiti comodo e rilassati, così potrai mettere la massima attenzione su quello che leggerai, perché la vita si condensa in pochi momenti e questo è uno di quelli! 
Partiamo da un presupposto fondamentale, il modo in cui noi processiamo le informazioni e arriviamo a prendere una decisione, la quale ci porta a compiere un’azione, per ottenere successivamente un risultato, è lo stesso in ogni ambito.
Non hai capito?
Allora ti riassumo il concetto con questo schema:
Opportunità –>Decisione –> Azione –> Risultato (La somma dei nostri risultati determina la nostra vita)
Il modo che abbiamo di affrontare le opportunità, nei diversi ambiti della vita, è sempre lo stesso, nel senso che se pensi di essere una persona “conservativa“, non è importante in quale ambito tu sia, perché inconsciamente agirai per confermare la tua convinzione di essere una persona che si comporta in modo conservativo.
Perché ciò che facciamo rispecchia ciò in cui crediamo. Quindi che si tratti di Salute, Relazioni o Business, tu di fronte ad una nuova opportunità reagirai sempre allo stesso modo. 
Se quindi sei stanco di ottenere i soliti risultati e da adesso in avanti vuoi ottenere risultati diversi e ben più importanti, devi lasciare andare i soliti schemi mentali che ti portano alle classiche frasi:
“Speriamo che quest’anno vada meglio…”
“Speriamo che le cose migliorino…”
E inizia piuttosto a decidere se sei colui che molla o colui che riesce nonostante le difficoltà, perché questo ti porterà ad iniziare a fare qualcosa di concreto, affinché le cose migliorino, smettendo dunque di sperare solo nella fortuna o nel caso.
Il primo passaggio è quindi quello di capire che le cose non miglioreranno se non sarai tu a renderle migliori.
E ti dirò di più, non basterà fare una singola azione per raggiungere obiettivi veramente grandi, bisognerà intraprendere un’insieme di azioni correlate tra loro, non improvvisate ma previste da una specifica strategia, in cui la speranza non sia supportata solo dal caso, ma sia supportata da un calcolo delle probabilità.
Dov’è quindi che entra in campola differenza tra un campione e un quasi campione? 
Te lo dico subito, il campione è in grado di tenere fede alla pianificazione prevista dalla propria strategia, proprio quando le cose diventano difficili, quindi riesce a mantenere il proprio focussull’obiettivo durante i momenti di difficoltà, per un semplice motivo:
Lui è convinto di essere un campione, già prima di essere proclamato come tale dagli altri.
Di conseguenza le sue decisioni, azioni eil suo atteggiamento, rispecchiano la sua convinzione, quella che lui è un campione e che quindi non potrà mollare di fronte alle difficoltà.
Mentre il quasi campione non riesce a resistere alla pressione generata dalle difficoltà, perché nel suo profondo è convinto di non essere all’altezza, o di non meritare abbastanza oppure ha altre convinzioni limitanti, che gli impediscono di dare il massimo.
Il punto è che ci saranno sempre difficoltà nella vita, soprattutto se si vuole creare un cambiamento importantee duraturo.
Per questo ti dico che saranno le decisioni che prenderai oggi, che andranno a determinare il tuo domani, perché il destino non è scritto, il vero destino è quello che noi ci creiamo! 
Ad ogni modo, inizia dunque a pensare a quanto sia importante per te riuscire a creare le condizioni di:
Poter fare ciò che vuoi, quando vuoi, con chi vuoi e per quanto tempo vuoi.
Perché è questa la direzione che prenderai se verrai al nostro prossimo corso di formazione, ti lascio il link con la descrizione completa:

Ecco il link per avere i primi 2 video gratuiti del VIDEO-CORSO:

https://warriorsproject.lpages.co/corso-gratuito/

Per maggiori informazioni scrivi a info@warriorsproject.it

 

A presto

Vincenzo Cento

Warriors’ Project