Inanzi tutto bisogna capire che non è semplice, ci saranno persone più portate ed altre meno, ma ci si può arrivare con un allenamento costante.

  1. Farsi riconoscere come leader, non solo perché si ha il posto di responsabilità, ma con l’esempio, con i valori. Se non riuscirai in questo sarà molto difficile che i tuoi collaboratori ti seguiranno, piuttosto si comporteranno da mercenari.
  2. Assumersi la piena responsabilità della guida del gruppo.
  3. Conoscerebene il tuoteam, ma proprio bene, le loro motivazioni, le loro paure, i punti deboli e i punti forti.
  4. Coinvolgerli emotivamente e personalmente, la somma degli obiettivi dei singoli deve coincidere con il raggiungimento dell’obiettivo del team. Per fare questo bisogna interagire periodicamente con loro sia in gruppo che singolarmente.
  5. Mantenere il rispetto dei ruoli, mai diventare amici dei propri collaboratori o capi autoritari, mantenere quella confidenza in cui la formalità lavorativa viene oltrepassata, ma si ferma prima dell’ amicizia.
  6. Un buon leader è colui che escludetempestivamente e con decisione le mele marce del team, poiché ci saranno sempre dei rami secchi da tagliare e dei nuovi potenziali collaboratori o dipendenti da inserire per potenziare il gruppo.
  7. Non limitarsi ad impartire ordini, ma a far apprendere i processi.
  8. Inflessibile sul rispetto delle regole e dell’etica del gruppo, sia verso se stesso che con gli altri.
  9. Rendere divertente ed efficaci le riunioni.
  10. Fare crescere i singoli elementi del gruppo,  e per chi se lo merita portarlo alla delega con responsabilità.
  11. Riconoscere pubblicamente i meriti e richiamare privatamente i comportamenti non in linea con il lavoro del team e in modo tempestivo e chiaro.
  12. Ascoltare il proprio team, e dare delle concessioni per alimentare un rapporto di fiducia personale tra voi e loro.
  13. Assoluto controllo delle proprie emozioni.
  14. Grandi abilità comunicative e di Negoziazione.
  15. Grandi abilità Strategiche.
  16. Dare incentivi per aumentare la produttività del gruppo.
  17. Essere in grado di unire e fare cooperare i membri del team tra loro verso un obiettivo comune.
  18. Deve riconoscere e prevenire le dispute e i litigi interni al gruppo.
  19. Promuovere la meritocrazia e non fare mai differenze tra i componenti del gruppo.
  20. Deve divertirsi, amare il proprio lavoro, sposando la causa, l’etica e la mission dell’organizzazione.
  21. Portare armonia e serenità nel gruppo di lavoro.
  22. Essere attento alla salute e alla qualità di vita dei propri collaboratori, se riuscirai a fare questo, non ci saranno traguardi che non potrete raggiungere assieme.
  23. Fidelizzare i collaboratori più preziosi.
  24. Essere propositivo e non reattivo.
  25. Dare obiettiviRaggiungibili, Misurabili e con una Scadenza.
  26. Non stare troppo addosso al gruppo.
  27. Essere il Motivatore del gruppo.
  28. Essere sempre aggiornato sulle migliori strategie di mercato, e di gestione.

Ricorda in qualsiasi settore lavorerai avrai sempre a che fare con persone, quindi la tua abilità di leadership sarà fondamentale per avere successo, sia nel lavoro che nelle tue relazioni.

Ci vorrà un buon allenamento per arrivare a gestire con sicurezza la maggior parte dei punti descritti sopra, ma alla fine sarà una crescita personale, professionale ed economica, sia per te che per il tuo team.

Inizia subito a lavorare sulla tua Leadership, non perdere altre occasioniper dimostrare chi sei,

inserisci la tua email qui in basso e scoprirai le strategie che i LEADERpiù importanti del mondo hanno utilizzato ed utilizzano tuttora. 

Il destino non è scritto, il vero destino è quello che noi ci creiamo noi!

A presto.

Vincenzo Cento – Warriors’ Project
[email protected]

Ecco il link per avere i primi 2 video gratuiti del VIDEO-CORSO Warriors’ Project, oltre un’ora di vera formazione:

 https://warriorsproject.lpages.co/corso-gratuito/

Clicca sul link per avere tutte le informazioni oppure scrivi a [email protected]

 

RICEVI 2 VIDEO GRATIS