Le nostre relazioni cambiano radicalmente la nostra vita

Le interazioni con gli altri si possono classificare in tre categorie:

  • Relazioni intime/amichevoli
  • Relazioni di convenienza.
  • Reti informali

Nelle relazioni Intime/amichevoli si sente l’altra persona come proprio simile, perché si tende ad immedesimarsi nell’altro, questo ci porta a preoccuparci della sua sfera emotiva.

Queste relazioni si basano su profonda empatia.

Sentirsi “connessi” agli altri, rende la nostra vita piùpiacevole.

Uno studio ha dimostrato che chi vive in condizioni di forte stress, poiché può contare su persone con cui ha relazioni di questo tipo, riesce a superare le difficoltà quotidiane più agevolmente rispetto a chi non ha questo tipo di relazioni.

Uno studio condotto nelle unità di rianimazione di alcuni ospedali, ha dato dei riscontri molto importanti, riportando che soggetti di mezza età socialmente isolati, in caso di 3 o più episodi di forte stress distribuiti nell’arco di un anno ( come per esempio gravi problemi economici, il divorzio o una perdita importante) aumenta di tre volte il loro rischio di morte, rispetto a chi invece coltiva un grande numero di rapporti significativi dal punto di vista umano.

Nelle relazioni di convenienza invece l’altro è visto come un oggetto, qualcuno da cui prendere qualcosa, da sfruttare. Chiaramente è quando ci si sente usati che la relazione diventa dannosa.

Può capitare nell’ambito di coppia con il partner, con amici o datori di lavoro incuranti delle esigenze emotive delle altre persone.

Le reti informali, sono una via di mezzo tra le due descritte sopra, sono quel tipo di collaborazioni informali che si instaurano per creare scambi di servizi informali a livello lavorativo, provate quindi a pensare con quante persone avete avuta a che fare in tutta la vostra vita lavorativa e su quante di queste potete contare senza problemi nel chiedere il loro aiuto per risolvere un problema lavorativo improvviso?

Quante di queste personesarebbero felici di aiutarvi o di iniziare una nuova avventura lavorativacon voi? La risposta a questa domanda vi darà l’idea della grandezza della vostra rete informale.

Queste collaborazioni si possono definire reti informali, spesso sono costituite da persone con propensione alla leadership, che creano gruppi di collaborazioni basati sulla fiducia e sul principio di reciprocità.

Tanto più si riesce a creare questo tipo di legami e tanto più velocemente si riuscirà ad affrontare eventuali problemi imprevisti in ambito lavorativo, poiché si potrà contare sul supporto delle proprie reti informali.

Al contrario, chi non si è creato nel tempo, una propria rete di relazioni informali, non saprà a chi rivolgersi nell’immediato, questo lo porterà ad essere più lento nella risoluzioni di problematiche impreviste.

Un esempio divertente per capire meglio questo concetto, si può vedere nel film: “Amore con interessi” del 1993, sotto la regia di Barry Sonnenfeld e con protagonista Michael J. Fox, nell’interpretare il portiere di un lussuoso albergo di New York, abilissimo nel risolvere qualsiasi problema dei suoi facoltosi clienti.

Daniel Goleman, l’autore del libro ”Intelligenza Sociale” sostiene che il degrado della società moderna, deriva dal prevalere di interazioni di “convenienza“, quindi quando non si prova empatia per l’altro e perciò non si sente alcun rimorso nel fargli qualcosa di negativo, poiché l’altra persona non è percepita come qualcuno al nostro livello.

Ecco quindi l’aumento di indifferenza, aggressività e di conseguenza anche della delinquenza.

Il tipo di relazioni che instauriamo ci influenza in modo importante, quindi selezionate con cura le vostre relazioni e il tipo di relazioni che avete.

Vincenzo Cento – Warriors’ Project

[email protected]

Ecco il link per avere i primi 5 video gratuiti del VIDEO-CORSO, oltre un’ora di vera formazione in cui capirai come migliorare la tua vita: https://warriorsproject.lpages.co/corso-gratuito/

PAGINA FB:https://www.facebook.com/warriorsprojectofficial

CANALE YOUTUBE: https://www.youtube.com/c/WarriorsProject

RICEVI 5 VIDEO GRATIS

Le nostre relazioni cambiano radicalmente la nostra vita